Effetti positivi: primo tra tutti il rilassamento che consente al nostro organismo di rigenerarsi, riequilibrare il sistema nervoso e ormonale. Tensioni, spasmi muscolari e crmapi risultano attenuati. La circolazione di sangue e linfa viene stimolata potenziando indirettamente il sistema immunitario e l’eliminazione delle cellule morte e l’assorbimento di nuovi elementi nutrono la pelle, rendendola vellutata ed elastica. Non ultimo l’aspetto del benessere dovuto alle attenzioni poste nei confronti del cliente che sarà avvolto in una sensazione di pace e tranquillità. Non ci sono controindicazioni. Si agisce sulla cute tramite sfioramenti, frizioni, impastamenti e percussioni, in un’atmosfera rilassante e in un ambiente piacevole che ti “coccola”.

Questo tipo di massaggio è indicato per tutti coloro che hanno contratture muscolari, dovute ai più svariati motivi, dal tipo di lavoro svolto, dall’attività fisica, ma anche dalla semplice vita quotidiana e da movimenti eseguiti ripetutamente in maniera errata. Aiuta a sciogliere tutto l’apparato muscolare, aumenta la flessibilità, riduce le cefalee dovute a cervicali.

Questo tipo di massaggio è sempre più richiesto e utilizzato in ambito professionale e amatoriale tanto da essere diventato una parte integrante della ruotine degli atleti. Nonostante le le manovre base restino le stesse del massaggio svedese, il massaggio sportivo differisce dal resto per i soggetti a cui si rivolge. Un atleta, soprattutto se professionista, usa il corpo e i muscoli in modo completamente diverso da chi non è allenato. Elasticità, tono, volume muscolare risultano modificati negli atleti e richiedono interventi diversi anche a seconda del momento in cui ci si trova a operare. L’azione del massaggio sulla pelle comporta n maggior afflusso di sangue con conseguente miglioramento della circolazione, dell’allungamento e della contrattilità muscolare, riduce il dolore, ripristina la scorrevolezza dei tessuti, stimola il ricambio dei liquidi interstiziali, ecc. Molti effetti che si aggiungono ai fenomeni riflessi messi in atto dall’azione indiretta del massaggio sportivo: la stimolazione delle terminazioni sensoriali può produrre riflessi viscerali e determinare manifestazione vasomotorie, sul tono della muscolature o sull’attività delle viscere; viene quindi indirettamente stimolato il sistema neurovegetativo. Effetti positivi: stimolazione della micro circolazione, dei recettori sensoriali, effetto drenante, riflusso della circolazione venosa, migliore ossigenazione e nutrimento dei tessuti, riduzione delle tensioni muscolari, rilassamento, decongestione e scollamento dei tessuti, accelerata guarigione da contratture, prevenzione dagli infortuni, miglioramento di mobilità e flessione articolare, diminuzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa, calmante per gli atleti nervosi e stimolante per gli atleti rilassati.

La testa è il nostro centro del corpo. E’ il nostro quartier generale, metaforicamente parlando! Nella testa troviamo:

  • il cervello
  • il volto
  • la voce
  • la residenza di 4 dei 5 sensi tradizionali
  • i principali organi dell’equilibrio
  • l’ingresso ai sistemi respiratorio e digestivo

Il collo serve a 2 funzioni essenziali:

  • collega la testa e le sue funzioni al resto del corpo
  • sostiene e muove la testa

Molte cefalee hanno origine in trigger point (punti grilletto, letteralmente) nei muscoli del collo. Tali cefalee possono essere ridotte in frequenza e intensità, se non completamente eliminate, sciogliendo questi trigger point.

Attraverso un adeguato protocollo di lavoro di specifico per il trattamento del rachide cervicale è possibile alleviare, quindi, diverse patologie tipiche di questo tratto della colonna vertebrale. Possiamo intanto identificare alcune cause del dolore cervicale: torcicollo, colpo di frusta, artrosi cervicale, postura scorretta, scarsa attività fisica o esercizi sbagliati e ansia che prova tensioni anche a livello muscolare.

Una adeguata ginnastica del collo, svolta in maniera costante, un’attività fisica regolare, facendo particolarmente attenzione alla parte superiore con esercizi specifici di stretching che rafforzino i muscoli a difesa del collo e ne aumentino l’elasticità, tutte le tecniche di trazione e i micromassaggi localizzati nei punti di “trigger” sono un’efficace antidoto contro la comparsa di queste patologie, tra cui contratture antalgiche, ernie del disco cervicali, rettificazioni cervicali (causa di cefalee derivanti da situazioni miotensive) e le sopracitate patologie del rachide cervicale.

Il massaggio tradizionale Thai è innanzitutto l’arte di toccare alcuni punti che di trovano su linee invisibili, chiamate le 10 linee del massaggio Thai o 10 Sen. Tutte queste linee si trovano a 2 cm sotto la pelle e si diramano in tutto il corpo. Quando queste linee vengono lavorate, con pressione, sfioramento, e sfregamento vengono stimolati e si interviene su tutti gli organi interni.

Abbiamo poi un importante lavoro diretto sul sistema muscolare, con pressioni sulla fasce atte a decontratturare e scollare i muscoli stessi, contribuendo a ripristinare la funzionalità del tessuto connettivo. Le pressioni operano molto profondamente sul sistema linfatico e circolatorio determinando immediatamente dei risultati visibili: drenaggio dei liquidi di troppo e acido lattico, pelle più liscia, elastica e luminosa. Riducendo il ristagno dei liquidi abbiamo una riduzione importante delle infiammazioni della cute e della cellulite. Operando in tal modo sul sistema linfatico, andiamo a sollecitare i sistema immunitario e eliminare tossine ed elementi di disturbo. Le posizioni Yoga e stretching permettono il  lavoro sui canali energetici, muscoli, tendini, e legamenti. Sono posizioni, accompagnate dal massaggiatore, dello Hata Yoga classico.
Gli allungamenti aumentano la flessibilità, la capacità di movimento e l’equilibrio.
Un altro lavoro viene fatto con gli sblocchi articolari, garantendo un invecchiamento più lento e una maggiore forza ed elasticità.
Vi è poi una è parte molto dolce atta al rilassamento e al coinvolgimento del sistema emozionale della persona trattata. Questo permettere sblocchi di carattere emotivo, spesso causa di numerose problematiche e malattie.

I benefici del Thai Massage:

  • Tensioni muscolari e contratture: le posizioni hanno lo scopo di donare sollievo a rigidità di arti, collo, schiena, tensioni muscolari, posture scorrette e contratture
  • Mobilità articolare
  • Drenaggio linfatico estetico
  • Rilassamento contro stress e ansia
  • Riequilibrio energetico dei meridiani e dei chakras
  • Riequilibrio energetico emozionale

Il linfodrenaggio manuale è la metodica di massaggio drenante per eccellenza, ideata originariamente dal Dott. Vodder.

Esercita la sua azione prevalentemente sul sistema linfatico grazie alla bassissima componente pressoria delle manovre, e nel contempo agisce anche sul sistema nervoso neuro vegetativo inducendo un generale stato di rilassamento corporeo. Viene utilizzato sia in campo estetico, per la risoluzione di problemi di ritenzione distrettuale, che in ambito curativo.

Il Massaggio Connettivale è un tipo di trattamento creato da E. Dicke nel 1929 che sfrutta la risposta riflessogena tramite  la stimolazione dei dermatomeri.
Tale metodica fu migliorata negli anni successivi fino ad oggi. La sua azione è diretta sul sistema nervoso neurovegetativo e di conseguenza sul connettivo e  sulle fasce.
E’ una tecnica che agisce principalmente sul tessuto connettivo (ovvero quello che provvede al collegamento, sostegno e nutrimento dei tessuti dei vari organi) attraverso frizioni lente e profonde.
L’applicazione massoterapica connettivale risulta molto utile nelle malattie degli organi interni, soprattutto di natura funzionale.
Il massaggio connettivale grazie alle particolari manovre che utilizza ha quindi la capacità di stimolare la circolazione a livello locale, e di apportare così maggior ossigeno alla parte trattata. Ottimo per rilassare la muscolatura soprattutto per chi si dedica alla pratica di un’ attività sportiva, ma anche per tutti coloro che accumulano sotto forma di tensione muscolare lo stress quotidiano.
Il fine principale è quello di ottenere un’azione riflessa che parte dagli strati profondi della pelle e arriva a un viscere o un muscolo sofferente, per normalizzare e riportare in equilibrio la parte.
Inoltre svolge importanti effetti di decontrazione e di rilassamento della muscolatura dell’area trattata, dona maggiore mobilità articolare e aumenta la vascolarizzazione dei tessuti.

Il Massaggio MAORI è un massaggio rituale per il coraggio, un massaggio per l’uomo vero, un massaggio intenso e profondo che prepara il corpo ad affrontare la vita e gli sforzi fisici, un massaggio per combattere la paura. Con gli strumenti del Massaggio Maori scolpiamo il corpo della persona, modellandolo con unica  malleabilità, rendendolo potente.

La peculiarità degli strumenti utilizzati nel Massaggi Maori oggi risulta eccezionale, poiché permettono di  praticare un massaggio muscolarmente profondo, senza far sentire alla persona eccessivo dolore, cosa  impossibile da realizzare con le mani.

Il Massaggio Maori è forse oggi l’unico strumento non tecnologico o elettronico (Macchine da fisioterapia) a  raggiungere parti del corpo con tale profondità da rendersi efficace per risolvere numerose problematiche che affliggono l’uomo moderno.

I BENEFICI DEL MASSAGGIO MAORI:

  • Notevole senso di rilassamento alla persona che riceve il trattamento
  • Ha un’azione decontratturante aumentandone la flessibilità muscolare
  • Favorisce il drenaggio linfatico
  • Migliora la funzionalità del sistema circolatorio
  • Aiuta l’eliminazione delle scorie
  • Riduce la cellulite ed accresce il tono e lucentezza cutanea